Annunci Trans Torino

La realtà Trans e la sua evoluzione

Per le generazioni future, l'inizio del 21° secolo e sinonimo di cambiamento. Negli ultimi due decenni il panorama della società occidentale è cambiato drasticamente - con la nascita dell'era digitale che ha dato luogo a un rapido sviluppo tecnologico, una maggiore secolarizzazione e un'erosione dei confini. Quest'ultimo punto, in particolare, riguarda non solo i confini creati dalle identità nazionaliste (una rapida occhiata a Twitter o Facebook rivelerà rapidamente quanto siamo diventati globalizzati) ma anche quelli creati dal genere e dalle identità sessuali.

Un mondo che cambia

Mentre il 20° secolo è stato epocale nel suo smantellamento del pregiudizio razziale, è in gran parte il 21° secolo che ha davvero contribuito a rimodellare la percezione dell'omosessualità, con i matrimoni tra persone dello stesso sesso ora legali in molti luoghi del mondo. È essenziale non sottovalutare l'importanza di Internet quando si tratta di facilitare e dare forma a tale cambiamento, poiché consente una mobilitazione mai vista prima di persone con valori simili e fornisce un palcoscenico per un'irrefrenabile libertà di espressione.

Recentemente, tuttavia, l'attenzione si è spostata dall'unione tra persone dello stesso sesso ad altri argomenti spesso tabù: transgender, transessuale e travestito.

Non molto tempo fa il caso di Bruce Jenner ha fatto notizia a livello mondiale - una celebrità un tempo tipicamente maschile che ha affermato di identificarsi come una donna. La rinascita di questo tipo di disforia di genere ha a sua volta riacceso le considerazioni su cosa significhi essere un travestito o un transessuale, con transgender che ora serve come termine ombrello parziale per un individuo che si identifica, a qualsiasi livello, con sesso.

Per alcuni, la parte più sorprendente della rivelazione di Bruce Jenner sarà la mancanza di sorpresa globale, con molti che condividono la stessa affinità con l'altro sesso. Soprattutto in America, il transgenderismo non è un argomento nuovo ed è stato un punto di discussione ricorrente negli ultimi dieci anni. Qualunque sia la forma che prende, la discussione sulle identità di genere è necessaria e ha dato vita a una nuova ondata di tolleranza. Chi lo abbraccia ha trovato una nuova accettazione, sia per se stesso che per i propri cari.

Tuttavia, c'è un'importante distinzione da fare tra comprensione e tolleranza. Sebbene le scelte di qualsiasi individuo possano aspettarsi di essere tollerate, ci sono ancora molti che non riescono a capire, non per colpa loro, gli impulsi dietro transessuali, travestiti e transgender.

Allora cosa significa essere un transessuale, un travestito o un transgender?

Sebbene il termine "transgender" incorpori il punto di vista ideologico degli altri due, c'è una differenza fisica tra transessuali e travestiti. Un transessuale è un maschio o una femmina che ha ricevuto cure mediche per alterare legalmente il proprio stato di genere, attraverso la terapia ormonale o la chirurgia genitale. Un travestito, nel frattempo, è qualcuno che non ha avuto un intervento medico, ma rispecchia il comportamento del sesso opposto attraverso il travestimento o altri comportamenti.

Legalmente, ci sono anche distinzioni tra i tre e le opinioni sono ampiamente divergenti sul fatto che i transessuali possano anche essere considerati transgender. Tuttavia, al centro di tutto c'è una reazione alla polarizzazione delle identità di genere imposta dalla società. Ognuno di essi cerca di confutare la struttura binaria di "maschio" e "femmina" e i comportamenti stereotipati che esistono in essa.

La volontà di rimodellare l'istituzione sociale è simile a quella dei sostenitori dei gay e rappresenta lo stesso graduale smantellamento delle identità di genere tradizionali. Per noi, le discussioni sul genere sono importanti e portano a una semplice domanda: cosa significa essere maschio o femmina nel 21° secolo?

Un'erosione dei generi

Non possiamo più sostenere strutture o classificazioni arcaiche, né intrattenere la relazione binaria tra maschio e femmina. Anche al di fuori della discussione su transessuali e travestiti, l'erosione tra i generi è già in atto, con una volontà generale di rimuovere le etichette di caratteristiche tradizionalmente specifiche di genere. I metrosessuali, ad esempio, non discutono necessariamente sull'identità di genere o sull'orientamento sessuale, ma semplicemente possiedono caratteristiche tradizionalmente esclusive del sesso opposto.

Quali sono gli argomenti contro?

Dalla sua incarnazione formale, ci sono stati molti critici e attivisti contrari all'idea di transgender. In molti casi, ciò è dovuto all'incapacità di comprendere il desiderio di un individuo che cerca qualche affinità per l'altro sesso, mentre per altri è un'intolleranza causata dalla costrizione a propendere per i valori tradizionali (siano essi derivanti da credenze religiose o imposto dalla società).

In poche parole, il transgenderismo invade alcune strutture piuttosto formidabili che fanno parte delle fondamenta della società occidentale. La deraciazione delle idee convenzionali e la persuasione del cambiamento hanno sempre indotto paura, ed è per questo che questi problemi sono ancora una volta stretti cugini di quelli presentati dall'orientamento sessuale. Per altri, la confusione tra i sessi è un altro trampolino di lancio verso una specie umana androgina (non specifica di genere) - in cui le distinzioni sia mentali che fisiche cessano di esistere.

Quale sarà il risultato è sconosciuto. Ma ciò di cui possiamo essere grati è l'accettazione del discorso di genere, che deve molto ai precedenti discorsi sulla sessualità. In breve, la tolleranza della discussione faciliterà il cambiamento, in un modo o nell'altro.

È già iniziato in molte delle principali città del mondo. Essendo uno degli epicentri cosmopoliti dell'Occidente, Torino, ad esempio, ha una prevalenza molto più alta di transessuali e travestiti, con le nostre statistiche che mostrano che oltre il 50% delle Trans Torino e delle TV escort italiani operano all'interno della città. Il motivo è semplice: il cambiamento avviene nel cuore di un paese prima che si diffonda all'esterno. In quanto città storica e culturale, Torino gode di un paesaggio progressista e di pensiero libero, che è molto meno impantanato nelle nozioni tradizionali (o arcaiche) di ciò che è accettabile e cosa non lo è.

In latino il prefisso "trans" significa "andare oltre". Quindi, per le escort travestite (TV) e transessuali (TS), è sufficiente essere grati che viviamo in una società di intolleranza trans, dove i principi del liberalismo (aiutato dal forum aperto di Internet) sono riusciti a soppiantare molti dei pregiudizi che hanno pervaso e distorto discussioni simili nel corso del XX secolo.

Ricerche correlate a Trans: la realtà Trans e la sua evoluzione, trans.